Easy Translate

martedì 21 marzo 2017

Perchè Abaya and Heels...

... e perchè, forse, sarebbe ora di cambiare nome!



 Tutto iniziò nel 2013 quando venimmo trasferiti per lavoro in Arabia Saudita. Non era il mio primo espatrio, venivo gia da anni in Serbia, Romania, Bulgaria e Parma (hahhaha ok dai io sono sarda, è estero lo stesso no?!). Insomma, non so perchè, ma mi venne in mente di aprire un blog sulla mia vita li, in quel paese strano e cosi diverso dal solito e di cui poco si sapeva.

Geniale idea la mia, aprire un blog in un posto dove tutto è controllato e secondo cosa dici ti vengono a prendere a casa! Non contenta, ci metto nel nome proprio un elemento significativo e rappresentante della mia vita li: l'abaya.

martedì 17 gennaio 2017

Lasciare i figli all'asilo



Sono qui con il telefono in mano, aspetto una chiamata. Sono ansiosa. E se piange? E se piange e non mi chiamano?

Ho appena portato il piccolo al nido e sono qui che non so che fare. Eppure è il secondo, dovrei essere temprata dalla prima esperienza! E invece. Faccio la dura, ridacchio, mando messaggi al papà e ai nonni: tutto ok, è all'asilo! libertà!

Ma libertà cosa ma cosa?!! Che sono li attaccata al telefono manco stessi aspettando una chiamata del Papa (che poi se mi chiama il papa che gli dico, che non mi ricordo manco l'ultima volta che sono andata in chiesa).
Ma ci si abitua al distacco? Evidententemente si visto che la prima è sopravvissuta e io pure. Abituarsi magari no, sempre un pensiero è li con loro, chissà che fa, gli daranno abbastanza da bere? e se il bimbo cannibale lo morde di nuovo? Ma si fa.

mercoledì 11 gennaio 2017

Le scuole estive a Lima



L'anno scorso l'ho passato a lamentarmi di Lima. Continuerò anche quest'anno tranquilli (scherzo suvvia!).

Ricominciamo! Lima non è la città dei miei sogni per vari motivi, molti dei quali credo di non conoscerli nemmeno, ma devo ammettere che per famiglie con bambini è comodissima (cara, ma comoda)!

Ad esempio, adesso è estate e le scuole sono chiuse (il calendario scolastico in questo emisfero va da Marzo a Dicembre), ma ci sono così tante attività per i bambini che la scelta tra le varie opzioni è un lavoro a tempo pieno!
Innanzitutto le scuole (quasi tutte) offrono corsi che iniziano a gennaio e durano fino a quasi tutto febbraio. In genere si tratta di corsi sportivi o artistici (teatro, pittura, scultura) ma non mancano corsi di lingue o approfondimenti delle materie scolastiche. I costi sono abbastanza contenuti, alcuni addirittura gratuiti, dipende dal corso e dalla scuola che li offre.

Palestre e club offrono corsi ad orari agevolati divisi in base all'età dei bambini ai quali sono rivolti.
Quest'anno ho scoperto (con calma eh solo due anni dopo) che anche le Municipalidad (sono i 43 distretti in cui è divisa la città) offrono corsi gratuiti o semigratuiti per i bambini del quartiere! E ce ne sono di ogni tipo: da robotica a pittura, pianoforte o canto passando per dottore o veterinario!

Sono corsi offerti da professionisti e sovvenzionati dal distretto, in genere la mattina un paio di volte a settimana e con diversi livelli di difficoltà sempre in base all'età dei bambini!

Come posso lamentarmi troppo di una città che mi salva dai due lunghi mesi estivi? Ora capisco e abbraccerei mia mamma che ha dovuto sopportarci per per tanti anni durante le famose lunghissime vacanze estive italiane :)

La mia bimba "grande" fa 3 corsi da lei scelti di cui due sportivi e il piccolo inizierà preso una summer school con varie attività adatte per la sua età!

Insomma una offerta grandissima di attività e strutture in cui la discriminante è solo la distanza da casa e il prezzo! Ovviamente, volendo trovare una nota negativa a tutto questo, devo dire che spesso i posti sono limitati nonostante i costi di alcune attività non siano proprio a buon mercato. C'è quindi da fare la corsa per l'iscrizione e monitorare tutti i siti in attesa delle news per essere certi di non perdersi qualcosa! Ma direi che è una bazzecola di fronte al beneficio ultimo!!

Positività è il mood dell'anno come vi ho detto!
E non avere figli annoiati è una cosa molto positiva no?!
Che dite? da voi esistono le scuole estive?!



martedì 3 gennaio 2017

Anno nuovo, stessa città !


Ed eccomi, come ogni anno, ad iniziare con propositi che non manterrò! Tipo scrivere nel blog in modo costante :)

Sono sempre a Lima, ma la sto vivendo in modo diverso. Ancora non mi stacco dall'idea delle vecchie amicizie, della mia vita precedente, il lavoro e le comodità che avevo in Arabia. Non so perchè è stato cosi difficile stavolta, non sono al primo espatrio e mi sento una pivella ad essere cosi "provata" da un trasloco che dovrebbe essere solo uno di tanti. Ma credo sia umano. Avevo trovato belle persone, amiche che credevo a 30 e passa anni non avrei più potuto avere, e invece sono capitate e mi mancano ogni giorno. Ma lo sto accettando. E ho aperto gli occhi. Anche qui ho belle persone, belle amiche con cui passo splendide giornate e mi riempiono il cuore e la vita!
Solo che non le avevo apprezzate. Non riuscivo a "lasciarmi andare". Adesso si. Mi sveglio la mattina con voglia di fare, con idee per la giornata, per la settimana e addirittura per il mese! Mi sento carica, energetica e felice!
Addirittura ho ricevuto da  "Babbo Natale" un abbonamento per la palestra e anzichè picchiarlo indignata (CREDI CHE SONO GRASSA EH!! Solo perchè mi hanno detto GORDA devo andare a sudare e pagare per farlo!? Screanzato) , l'ho accolto con sorriso e il 26 dicembre ero li, pronta ad iniziare con una carica che mi mancava da tempo!

Anno nuovo, stessa città ma diversa consapevolezza! Voglio godermi Lima e il Peru, le mie nuove amiche e non pensare che questo può finire come al solito con un ennesimo trasferimento. Non mi importa, userò ogni minuto per creare ricordi per me e la mia famiglia, per i miei amici e per non rimpiangere nulla. Mi spiace averci messo così tanto tempo, ma non l'ho sprecato. Se sono arrivata a questo sono sicura che i due anni passati sono stati fondamentali, non rimpiango nulla, mi sono serviti per apprezzare quello che ho senza dimenticare il passato e anzi, mettere nel cassetto più bello i ricordi della "vita precedente" e aprirne uno nuovo per iniziare a mettere le foto di quella attuale!

E allora venite con me, vi mostro la mia Lima, le mie amiche, i miei lauti pasti e la mia palestra :)
Chi c'è?!

Besitos :)

mercoledì 23 novembre 2016

Una scimmia per casa



I peruviani hanno una dote importante: sono molto generosi. Come noi sardi, una volta che entri nelle loro grazie ti donano il cuore. Non è facile, sono sospettosi e distaccati, ma una volta che ti accolgono lo fanno con i fiocchi.

Questa premessa per raccontarvi e spiegarvi il titolo del post.

Vi ho già parlato di Paloma no? Ecco, lei ha varie sorelle (le famiglie qui sono molto numerose, come capitava in Italia qualche anno fa) ed è capitato che tre di loro si siano ritrovate incinta contemporaneamente! Che felicità! Ma anche che fatica economicamente. Tutte lavorano, sono donne forti e indipendenti, ma un figlio è un figlio e ha bisogno di vestiti, cibo e pannolini! Insomma, con le mie amiche racimoliamo un po' di vestiti smessi (che alla fine sempre nuovi rimangono, quante volte puoi usare una tutina 0-3 mesi eh?!), pannolini taglia 0 (ste torte di panni dei babyshower belle eh, ma cosi tanti pannolini di quella taglia chi li finisce?!), latte in polvere preso in previsione di non allattare (e invece ad oltranza fino ai 18 anni - scherzo ho smesso e ne sono fuori che c'avevo sonno) , un paio di car seats, un passeggino, qualche sdraietta e varie ed eventuali e le doniamo tutto.

lunedì 24 ottobre 2016

Halloween a Lima

 
 
Una delle cose che ho trovato più strane arrivando qui in Perù è stata la mancanza del Carnevale. Insomma, uno arriva in Sud America e si aspetta parate, balli, musica, maschere e feste in ogni dove. e invece nulla. Zero più zero!

Ci sono rimasta male sapete?! Sono arrivata la prima volta a gennaio, pronta per travestimenti e coriandoli, un modo anche per far felice mia figlia triste di aver lasciato tutte le sue amiche in un altro paese. Niente. Non c'erano nemmeno costumi per fare la festa a casa! 

Arrivato ottobre ho capito. Qua si festeggia Halloween come fosse carnevale!

Nei supermercati si vendono vestiti da principesse, super eroi e personaggi vari vicino a zucche , fantasmi e vampiri! Nelle scuole, locali e ristoranti tutto è addobato a festa, fanno party a tema ed è molto sentita come occasione! Non che qui manchino eh! C'è una parte del mercato centrale che è adibita alla vendita di decorazioni per feste di ogni tipo! Ma parliamo di intere vie eh, mica un paio di negozi! 

giovedì 6 ottobre 2016

Di vacanze, bilancia e simpatia peruana


Nella foto sopra potete vedere una mia diapositiva dal rientro dalle vacanze.

Son passati gia 2 mesi da quando sono rientrata ma la situazione è la stessa. I jeans stringono. Si lo so che è colpa dell'asciugatrice, non ce li dovrei mettere. Mica è colpa di tutto quello che mi sono mangiata in Sardegna e continuo a ingurgitare qui!

Comunque ci sto lavorando, faccio workout a casa tutti i giorni e cerco di mangiare meglio. Ma non è di questo che vi voglio raccontare.
Vi ho gia detto che in casa ho una signora che mi aiuta nelle faccende domestiche (leggi: sono lazy e preferisco spendere i miei soldi cosi piuttosto che stirare!). Si chiama Paloma (beh, uno dei suoi centordici nomi come da tradizione peruana), viene dalla Selva, è gentile e premurosa, gran lavoratrice e schietta, molto schietta.
Insomma, tornando a noi. Rientriamo dalle vacanze, lei ci aspetta felice del nostro rientro. Ci guarda, ci abbraccia tutti (più i bambini ammetto), mi squadra e esordisce con un gentile: "Vi trovo tutti bene, lei signora finalmente GORDA".